lunedì 10 gennaio 2011

Le patate arrosto: come farle croccanti e saporite

Le patate arrosto? Direte voi? E che ci vuole? Basta metterle in teglia e poi via in forno...E invece no, per ottenere delle patate arrosto croccanti fuori e morbide dentro non basta metterle in forno dopo averle tagliate...Le patate arrosto erano il mio tallone di Achille....non ero mai soddisfatta di come venivano....Un po' è colpa delle patate, perché quelle che si trovano in giro sono quasi sempre farinose e più adatte agli gnocchi che non ad essere arrostite...

































Ne consegue che la prima cosa da valutare è la scelta della qualità della patata: per me la patata più adatta è quella a buccia rossa e pasta gialla. E' un tipo di patata non farinosa, bella compatta e che rimane soda in cottura
Il secondo segreto per avere delle patate arrosto croccanti è farle bollire in acqua bollente e salata per circa 3 minuti dopo averle tagliate a tocchettini di circa 2cm di lato in modo che perdano l'amido. L'amido infatti le rende collose e morbide. Una volta bollite, le patate vanno scolate e asciugate bene con uno strofinaccio pulito. A questo punto vanno messe nelle teglia di cottura, irrorate di olio extravergine, spolverate di abbondante sale e abbondante pepe. Vanno poi messi gli spicchi di aglio schiacciati, ma in camicia e il rosmarino.
A questo punto vanno infornate a metà altezza in forno caldo a 200° con la funzione ventilato e il grill acceso. In questo modo formeranno subito la crosta esterna. Quando cominceranno ad essere colorite, dategli una mescolata, facendo attenzione a non romperle e infornatele di nuovo. Verso la fine della cottura, ponete la teglia nel ripiano più alto, quello più vicino al grill e far rosolare bene per qualche minuto, mettendo un cucchiaio di legno tra il forno e lo sportello in modo che il forno rimanga leggermente aperto e areato...

34 commenti:

  1. CIAO CARA...ANCHE IO USO LE PATATE ROSSE CHE BEN SI ADATTANO ALLA COTTURA AL FORNO OPPURE BOLLITA PERCHE' NON DIVENTANO SFARINATE...A DIFFERENZA TUA LE METTO IN UNA BOULE CON ACQUA FREDDA E SALE PER ALMENO UNA MEZZ'ORA PRIMA DI METTERLE AL FORNO...IL MIO ERRORE E' DI FARLE CUOCERE A TEMPERATURA COSTANTE INTORNO AI 185 GRADI...LA PROSSIMA VOLTA SEGUO LA TUA DRITTA...UN BACIONE MARINA

    RispondiElimina
  2. grazie per questo profumatissimo gustosissimo post!!!!
    adoro le patate arrosto!!!! le preparerò domani seguendo i tuoi consigli preziosi!!! nn è facile sfornare delle patate croccanti!!! a volte si riempiono di olio, o rimangono troppo morbide, quando le preparo nn so mai come usciranno!!
    grazieeee!!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Carissima Martina, sono completamente d'accordo con te! Fare le patate arrosto non è affatto evidente! Io sono completamente negata, una volta mi sono uscite tutte molliccie, l'altra croccanti ma secche dentro e l'altra ancora tutte appiccicate. Grazie di cuore per i consigli hai salvato una cuoca imbranata dall'ennesimo pasticcio :D buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Spero che vi verranno bene...Anche io ho sempre avuto difficoltà con le patate arrosto...Non venivano mai come volevo....Spero di aver trovato la giusta alchimia...Molto credo dipenda anche dal forno....Mi raccomando controllatele mentre cuociono perchè ogni forno è differente, poi fatemi sapere!

    RispondiElimina
  6. @ Pensieri e delizie: piacere di conscerti! Poi fammi sapere coem sono venute le patate...;)

    RispondiElimina
  7. Complimenti, mi piace davvero il tuo blog e le foto sono bellissime!

    RispondiElimina
  8. Grazie mille Antonella. Mi fa molto piacere che anche le foto ti piacciano visto che anche la fotografia è una mia grande passione....;)

    RispondiElimina
  9. le cose più semplici a volte sono anche le più difficili e buone! Gnammi che voglia che ho! http://ilpomodorosso.blogspot.com/

    RispondiElimina
  10. perfetto, ora so un altro trucchetto ! bacio

    RispondiElimina
  11. Cara hai messo il dito nella "patata"...le adoro ma non mi vengono mai come quelle di mio padre. Adesso però seguirò le tue dritte e lo farò rimanere di stucco...lanciata la patata della sfida ^_^

    Bacio e buona serata

    RispondiElimina
  12. Ragazze, spero di non deludervi e che vengano benissimo anche a voi! ;)

    RispondiElimina
  13. Marty, se vuoi il non plus ultra delle patate al forno, dopo averle scolate, aspetta 30 minuti. Poi le metti in una teglia con olio e odori a piacere e le fai appena dorare.
    Quindi le scoli e le metti su carta per assorbire l’olio.
    Alla fine le metti in una teglia con un noce di burro e in forno a 200°.

    Lo so, è un procedimento un po' lunghetto, ma il risultato è straordinario ;-)

    Baci :))

    RispondiElimina
  14. zio, la prossima volta provo a fare come dici tu...In efeftti il burro so che aggiunto in piccole dosi crea un processo chimico per cui le molecole di gusto si esaltano....Detto così sembra una magia del mago zurlì, ma è uan roba del genere...Mi pare di averlo letto sul blog di dario Bressanini...;)

    Senti, ma quando dici in teglia intendi in padella sul fornello o proprio in forno?

    RispondiElimina
  15. Hai ragione, mi sono espresso male.
    Riscrivo (in neretto le correzioni):

    "dopo averle scolate, aspetta 30 minuti. Poi le metti in una padella con olio e odori a piacere e le fai appena dorare.
    Quindi le scoli e le metti su carta per assorbire l’olio.
    Alla fine le metti in una teglia da forno con un noce di burro e in forno a 200°."

    ;-)

    RispondiElimina
  16. Perfetto...In effetti anni fa mi sa che avevo provato a passarle in padella prima di metterele in forno...Cmq riproverò...Grazie zio.....;)

    RispondiElimina
  17. Complimenti per questo bellissimo blog :-)
    Stasera farò le patate al forno come spiegato qui, non sono mai contenta neppure io di come mi vengono..
    Buona serata!

    RispondiElimina
  18. @ Valentina: spero ti vengano bene!!! Poi fammi sapere.....

    RispondiElimina
  19. Adoro le patate e vorrei proprio mi venissero così! Domani per il cenone le provo :)
    Complimenti per il blog, è davvero bello e soprattutto...che fotografie!!

    RispondiElimina
  20. Anche io ho qualche problema con le patate arrosto, nel senso che a volte mi vengono perfette altre volte non mi soddisfano affatto perché si sfanno completamente. Proverò senz'altro il tuo metodo. Complimenti per il blog che è davvero curato e bello. Ti seguo già da un po' ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, piacere di conoscerti! Fammi sapere come sono venute le patate, ok? Grazie per i complimenti al blog!

      Elimina
  21. stasera provo anch'io a fare le patate,non hai messo i tempi quanto ci vorrà?vorrei far trovare tutto bello caldo...odio la roba scaldata!!

    RispondiElimina
  22. è un contorno che usiamo spesso e va a ruba. Io non uso il forno : solo il fornello.
    Lavate e lasciate in ammollo con acqua salata per 1/2 ora.
    Capiente padella antiaderente, no ceramica, in modo da non sovrapporle, olio evo, aglio rosmarino fresco dal vaso. Quando l'olio comincia a scaldare ma non frigge, butto le patate con un poco di acqua. Qualche minuto poi scopro e faccio evaporare l'acqua.
    Inizia la vera cottura. Per ottenere un ottimo risultato, crosticina fuori, morbida dentro, le giro con la padella con la tecnica della frittata, in modo da non toccarle con spatole o mestoli, ogni 2-3 minuti. A metà cottura sale e pepe.
    In tutto 30-35 minuti.
    p.s.: non trovo frittate nelle tue ricette
    Dino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dino per questa versione di patate..Anche io le faccio in padella a volte con aglio e rosmarino e mi piacciono un casino...Non metto l'acqua però....Hai ragione non ho mai pubblicato frittate....Un po' perchè non mi piacciono se non fatte strapazzate (fatta a tortino per intenderci no nè che mi piaccia alla follia) e un po' perchè essendo stata operata alal cistifella non posso esagerare con le uova...

      Elimina
    2. dimenticato: metto pochissimo olio, alla fine non ne deve rimanere
      Dino

      Elimina
  23. Ieri ho cercato su Google patate arrosto e ho trovato tra i primi risultati il tuo blog, che oltretutto già seguo da tempo. Beh, che dire?! tutte le tue ricette che ho provato sono sempre venute bene...e le patate sono venute veramente perfette: croccanti fuori, morbide dentro e non hanno assorbito molto olio!!!
    Grazie mille Martina!!!

    Tessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai!! Mi fa un gran piacere!! Per me sapere che le mie ricette vengono bene è il più bel complimento!

      Elimina
  24. Ciao! Ho provato la tua ricetta e vengono squisite, mi daresti un consiglio per renderle croccanti (per quanto possibile) in forno non ventilato e senza grill? Purtroppo sono in vacanza e mi è capitato questo vecchio forno :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari alza la temeperatura...E' l'unica soluzione credo...

      Elimina
    2. Eh già ho fatto così e per quanto possibile sono venute buone lo stesso, grazie!

      Elimina
    3. Preriscaldare il forno a 220° e anche la teglia con l'olio evo, poi metterci le patate a tocchi grossi dopo averle sbollentate per 10 minuti e scolate.

      Elimina
  25. Perfette le tue patate, fanno venire l'acquolina in bocca!!!Vorrei provare a farle, ma non ho chiaro un passaggio, devo aspettare che l'acqua bolle per tuffarci le patate?Oppure le metto in acqua bollente e da quando bolle conto 3 minuti?Scusami sono alle prime armi e devo portarle ad una cena tra amici!!!
    Grazie
    Sabrina

    RispondiElimina

Per lasciare un commento se non hai un account google o un tuo blog, clicca su Anonimo, ma poi ricordati di firmare!
Ogni commento è gradito ...anzi...auspicato!!!.....;)

Scarica l'App di Trattoria da Martina