Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Pasta all’amatriciana…a modo mio

Di: 5 commenti 5 Difficoltà: facile
Pasta all'amatriciana...a modo mio

La pasta all'amatriciana è una delle paste più semplici da fare ma anche una delle più gustose. A me piace tantissimo. La ricetta vorrebbe che si usasse, per il soffritto, il guanciale di maiale, ma io la preferisco con la pancetta arrottolata e con i bucatini (che adoro), ma io ve la propongo nella mia versione.

- Ingredienti -

(per 2 porzioni)

  • 2 fette da 1/2 cm di spessore di pancetta arrotolata
  • 1/2 cipolla di media grandezza
  • 400g di polpa di pomodoro
  • olio extravergine di oliva
  • 1/4 di bicchiere di vino bianco fermo
  • sale
  • pepe
  • pecorino romano (da grattugiare sulla pasta)

- Procedimento -

tagliare la cipolla sottilmente e farla soffriggere nell’olio, dopo un paio di minuti aggiungere la pancetta a cubetti.

Quando la pancetta e la cipolla saranno ben cotte, aggiungere la polpa di pomodoro e aggiustare di sale e pepe. Lasciar cuocere a fuoco un po’ vivace e quando il sugo comincerà a restringersi, aggiungere il vino e far sfumare, poi abbassare un po’ la fiamma e continuare la cottura, aggiungendo acqua se il sugo dovesse restringersi troppo.

Portare a cottura. Il sugo sarà pronto quando comincerà “ad andare in olio” ovvero quando l’olio comincerà ad affiorare in superficie e comunque quando il pomodoro non sarà più acido. Cuocete i bucatini, nel mio caso fusilli e condite con il sugo, dopodiché grattugiateci sopra abbondante pecorino romano…Et voilà, pasta all’amatriciana pronta!

- Valuta questa ricetta -


Pasta all’amatriciana…a modo mio
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
5 commenti

5 commenti sul post:
“Pasta all’amatriciana…a modo mio”

  • Anonimo ha detto:

    scandalo …….anke se ha detto a modo suo la ricetta e spaventosamente sbagliata le tradizioni nn si cambiano a proprio piacimento grz e scusi Stefano

    1. Mi dispiace per lei, ma se non basta neanche che io abbia scritto " a modo mio" per schermarmi dagli strali di chi difende la tradizione a spada tratta, cosa devo fare? Sarò pure libera "in casa mia" di pubblicare quello che voglio o devo rivolgermi a lei per chidere il eprmesso? Guardi, io sono un persona molto cortese e gentile e accetto el critiche costruttive, ma non accetto chi si mette in cattedra criticando e sparando a zero senza senso. Ho specificato volutamente che questa amatriciana la faccio così e non ho preteso di scrivere che è la ricetta originale, che so benissimo che è fatta con il guanciale, quindi perchè voler a tutti costi puntualizzare stupidamente?

  • Anonimo ha detto:

    Come le ho detto rispondendo sull'altra pagina quella dell'aglio ed olio ect mi dispiace di averla disturbata , ma io non dico cose senza senso e neanche sono stupido e anche se sono giovane difendo la tradizione italiana , e visto che lavoro in questo momento negli USA avendo un ristorante e qui sono molto strani mangiano in un modo , ma non qui . Se capita a New York sarei felicissimo di fare la sua conoscenza e se volesse fare una esperienza bellissima , logicamente mia ospite STEFANO

    1. Non mi ha distturbato e non le ho dato dello stupido…ho solo detto che secondo me ha puntualizzato stupidamente dato che avevo specificato appositamemte che la ricetta non è originale, ma fatta a modo mio, tutto qua…Mi piacerebbe molto fare un salto a New York e nel caso venirla a trovare…Ci tengo molto anche io al rispetto della tradizione e a che non si spaccino per originali ricetet che non lo sono..E' per questo che ho specificato che è il mio modo di farla.

    2. Anonimo ha detto:

      grazie di nuovo e a presto . Ha un contatto FB o una e-mail cosi quando vengo in vacanza potrei venirla a trovare se non disturbo

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)