giovedì 17 giugno 2010

La piadina riccionese

Sì, la piadina riccionese, perchè qui in Emilia Romagna basta spostarsi da una provincia all'altra e cambia anche il modo di fare la piadina... A Castel S. Pietro ad esempio le fanno piccole e molto alte ed assomigliano a delle grosse tigellone....A Riccione invece la piadina è sottilissima, come piace a me...






















Ingredienti (per 8 piadine medie):

500g farina 0
250g acqua
12g sale
1/2 cucchiaino di bicarbonato
50g strutto

Preparazione:

Mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo...Formare uan palla, ricoprire con della pellicola e lasciar riposare l'impasto per 30 minuti. Prendere un pezzetto di impasto e stenderlo molto molto sottile. Nel frattempo riscaldare il testo (rigorosamente in ghisa) e cuocere la piadina per pochi minuti da entrambi i lati.
Farcire secondo i proprio gusti....

10 commenti:

  1. grande Marty!!! Mia mamma la fa con l'olio e viene mooolto buona uguale...
    Lo dai non ho mai pensato a pesare le quantità a dire il vero, ho sempre fatto tutto a occhio... come dire... ;)

    RispondiElimina
  2. Lo so che si fa anche con l'olio, però non è la ricetta doc....Di solito anche io preferisco nelle ricette sostituire se possibile lo strutto con l'olio...in questo caso però mi sembra che rimaqngano più stoppacciose...;)

    RispondiElimina
  3. Ho fatto! Ho fatto!
    Buonissima :-)
    http://kuchniapodwulkanem-anthony.blogspot.com/2010/11/piadina-riccionese-czyli-piadina-z.html

    Baci.

    RispondiElimina
  4. Bravissima! Sono venute benissimo! Grazie per averle provate!

    RispondiElimina
  5. Martina piacere è stato tutto mio. Gustosissima ricetta e molto facile. Soltanto mi mancava il testo :-) Se passero per E-R compro anche tigelliera. Grazie!

    RispondiElimina
  6. Anthony, la tigelliera e il testo puoi comprarle anche su internet....
    guarda qui:
    http://cgi.ebay.it/TESTO-ROMAGNOLO-TEGLIA-IN-GHISA-PER-PIADINA-ROMAGNOLA_W0QQitemZ390216766582QQihZ026QQcategoryZ20485QQcmdZViewItem

    e qui:
    http://cgi.ebay.it/TIGELLIERA-PER-7-TIGELLE-DELLAPPENNINO-MODENESE-2TORRI-/120622828796

    RispondiElimina
  7. E per chi purtroppo non ha la tigelliera (né lo spazio per averla perché abita in 15m2, ma a Parigi, il che ha i suoi vantaggi)?
    Sul serio, devo mettere un po' di burro/olio/strutto nella padella, prima di cuocere le piadine, o assolutamente no? O magari non cambia un accidente?
    Una volta ci avevo provato, ed è stata una delusione doppia: per me, perchè son venute malino, ma anche perchè non sono per nulla riuscita a far capire al mio ragazzo francese che in versione originale sono buonissime!
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, se non hai il testo usa una grande padella antiaderente. Falla scaldare bene e poi mettici la piadina girandola poi spesso in modo che non si bruci troppo...Eh sì, vivere a Parigi ha i suoi vantaggi! Spero ceh questa volta riuscirai a far apprezzare la piada al tuo boyfriend..;)

      Elimina
  8. Martina, il tuo post è magnifico. La ricetta è spettacolare e vederla realizzata in foto è molto invitante!

    RispondiElimina
  9. le ho provate, un po' di corsa e senza testo, l'unica padella di ghisa cge ho è la bistecchiera con le righette hihi, ma erano buonissime lo stesso!

    RispondiElimina

Per lasciare un commento se non hai un account google o un tuo blog, clicca su Anonimo, ma poi ricordati di firmare!
Ogni commento è gradito ...anzi...auspicato!!!.....;)

Scarica l'App di Trattoria da Martina