Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

La crema catalana

Di: 19 commenti 19 Difficoltà: facile
La crema catalana

E' da un po' di tempo che guardavo in giro per i vari negozi di casalinghi per cercare il caramellatore: ne ho visti di diversi prezzi e il più economico si aggirava intorno ai 20 euro, ma ieri ero da expert e si è presentata l'occasione ideale. I prodotti della tescoma erano in offerta, caramellatore compreso! E allora me lo sono preso e oggi ho voluto subito metterlo in azione...

- Ingredienti -

  • 3 tuorli
  • 20g di amido di mais (o maizena)
  • 80g di zucchero
  • 300g di latte intero
  • semi di mezza stecca di vaniglia
  • grattatura di mezzo limone
  • zucchero di canna

- Procedimento -

montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, incorporarvi l’amido di mais, la vaniglia e la scorza di limone grattugiata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Nel frattempo mettere il latte a scaldare con all’interno la bacca di vaniglia di cui abbiamo utilizzato i semi. Quando il latte sta quasi per bollire,rimuovere la stecca di vaniglia e versarci sopra il composto montato delle uova . Senza mescolare, attendere di vedere il latte bollire ai lati dell’uovo e quando anche nella parte centrale dell’uovo cominceranno a formarsi delle bolle, dei piccoli crateri, a quel punto mescolare il tutto con la frusta e in pochi secondi la crema sarà addensata.

Togliere dal fuoco, versare in delle ciotoline di ceramica o di terracotta e ricoprirle con la pellicola direttamente a contatto con la superficie della crema per evitare la formazione della pellicola. Far raffreddare la crema velocemente (per esempio con un bagnomaria di ghiaccio) e una volta raffreddata, rimuovere la pellicola, e cospargere la superficie della crema catalana con uno strato di zucchero di canna.

Accendere il caramellatore e insistere con la fiammella sullo zucchero muovendola a destra  e a sinistra finché lo zucchero si sarà caramellato formando una superficie vetrosa, lucida e maculata.

IMG_9840

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 1 vote

La crema catalana
5

5

5 1
00 unknow 00 unknown
19 commenti

19 commenti sul post:
“La crema catalana”

  • Anonimo scrive:

    ari brava……..tizzi

  • smartyns scrive:

    Grazie Tizzi….! ;*

  • Anonimo scrive:

    Mi hanno regalato il caramellatore a Natale, mai usato finora…Questa crema mi attira molto e ho intenzione di farla quanto prima, unico inconveniente non ho quelle ciotoline!! GRRR!! Non sai quante volte sono stata sul punto di comprarle (tra l'altro adoro la ceramica bianca), ma mia madre me l'ha bocciate infinite volte reputandole poco impiegabili…ARIGRRR! Sere.

  • smartyns scrive:

    Beh l'importante, credo, è che non siano in metallo, perchè si infuoca con il caramellatore…l'ideale sarebbero però le ciotoline di ceramiche come le mie ma più basse e larghe…tipo quelle che vanno bene per le crostatine…io le ho viste da coin qui a bo a 1,90€! Anche io stavo per prenderle ma poi quel giorno ho preso altre cosine e c'ho rinunciato…
    Cmq un altro impiego del caramellatore è quello di fiammeggiare le decorazioni in panna per fare delle sfumature "fiammate"…Grazie del passaggio

  • smartyns scrive:

    Ah, comunque la crema è buonissima…non deve essere troppo compatta, quindi anche se ti sembra un pelo liquida spegni il fuoco…chiaramente deve velare il cucchiaio ma deve essere meno solida della crema normale

  • Anonimo scrive:

    Grazie per i consigli! :) Proverò con delle ciotole più grandi, fa nulla che saranno bigporzione 😮 … E mentre farò esperienza di crema catalana, avrò tempo per comprare sto mondo e quell'altro in ciotoline! Buonanotte Martina! Ciao Se'

  • smartyns scrive:

    Ciao Sere! Buona crema catalana e buon ciotolineshopping! Un bacio

  • Lo Ziopiero scrive:

    Vedo con piacere che anche tu usi far la crema con il "metodo montersino".
    Senti, ho una voglia di crema catalana da quest'estate…mi sa che presto la farò con la tua ricetta
    (il cannello sparafiamma ovviamante ce l'ho!)

    :))

  • Yeahhhh! poi fammi sapere se è venuta bene!Questo metodo l'ho usato per la prima volta con questa ricetta e la crema è un riadattamento della crema pasticcera che uso sempre e che ormai è supercollaudata e infallibile….

  • Lo Ziopiero scrive:

    L'ho fatta, come promesso!
    Se vuoi dare una sbirciatina a come è venuta, prego accomodati

    Ciao 😉

  • Grazie zio per averla provata! Spero che ti sia piaciuta! Ti ho messo nella sezione delel mie ricette fatte da altri blogger!

  • Muscaria scrive:

    Arrivo dritta dritta dal blog dello ziopiero :-)
    Della crema catalana non ci si stanca mai!

  • Anonimo scrive:

    sicura che la pellicola non fonda a contatto della crema bollente ?
    Molti materiali fondono già a 50°c.
    Dino

    1. Sì sì, sono sicura e comuqnue la pellicola la metti dopo aver girato velocemnte con la frusta la crema in modo che si raffreddi un pelino, ma comuqnue puoi stare tranquillo che non succede niente

  • Anonimo scrive:

    Ciao Martina, è la prima volta che scrivo ma guardo sempre le tue ricette perchè sei bravissima! La mia domanda è: potrei congelare la crema già nelle ciotoline e poi fiammeggiarle all'utilizzo? Lo chiedo xchè mi è capitato di comprarle surgelate da Picard (Via S.Felice BO) ed è molto comodo averle pronte, si mettono poi cosparse di zucchero di canna in forno più vicino possibile al grill quindi si sgelano e di caramellano. Cosa ne pensi?Grazie per la condivisione della tua bravura!
    Stella

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Stella, saic he non so rispondereti? Non l'ho mai fatto e non saprei come reagiscono al congelamento. Dovresti fare uina prova!

  • Valentina scrive:

    Ciao Martina, la crema catalana è uno dei miei dessert da ristorante preferiti, volevo chiederti che consistenza ha cremosa o budinosa?perchè sto cercando una ricetta con una consistenza finale non troppo densa, magari se riduco l’amido e aumento la quantità di latte…forse dovrei fare delle prove
    Vale

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Valentina,
      sono anni che non faccio più questa ricetta quindi mi ricordo vagamente, ma direi che la consistenza era cremosa, non budinosa

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)